a cura di Andrea Aguti, a cura di Pina De Simone

Aver fede

C'è un film su RaiPlay uscito in piena pandemia che fa sorridere e pensare. Diretto da Giorgio Pasotti, si intitola Abbi fede ed è la storia di un giovane prete, irriducibilmente credente, che dinanzi alle tragedie della sua vita personale e della vita di chi incontra sul suo cammino mantiene una inossidabile fiducia sulla possibilità di un esito positivo, leggendo ciò che accade con uno sguardo che coglie solo il positivo o quello che lui vorrebbe fosse tale. Ingenuità, cecità, volontà di mistificazione della realtà per paura di soffrire e per non ammettere l’esistenza del male e del negativo? Che cosa c’è alla base di questo atteggiamento che nel film provoca in chi ha tutt’altro sguardo sulla realtà una reazione di stizza o di rabbia fino alla risposta violenta nei suoi confronti? È una storia che fa riflettere; anche perché si conclude, sorprendentemente, con la vittoria del suo “aver fede” sul realismo spietato tanto del medico razionalista ad oltranza quanto dello squadrista violento che, contagiato da tanto candore, cambia vita. Una fede oltre ogni evidenza che dapprima irrita, ma poi contagia e, soprattutto, trasforma la vita delle persone, cambia segno alla realtà volgendola ad un bene oggettivamente impensabile.

Editoriale

Libano, quale futuro?

di Enzo Romeo

In un mondo infiacchito e obnubilato dalla pandemia, durante l’estate più strana e drammatica dalla fine della Seconda guerra mondiale, l’esplosione del 4 agosto scorso a Beirut è stata come la sveglia che si dà all’ubriaco. Si rimane col mal di testa e col gusto amaro in bocca, mentre si tenta di tornare lucidi. Non è facile, se si considera la portata dell’episodio. Ricordiamo: quasi duecento i morti e settemila i feriti, ma il bilancio è ancora provvisorio. Il nitrato di ammonio, stipato incoscientemente per anni in un silos del porto, ha sventrato il quartiere cristiano e ridotto in frantumi migliaia di abitazioni, lasciando trecentomila persone senza casa. Soprattutto ha mandato in pezzi quel fragile puzzle che tiene insieme etnie, fedi e fazioni diverse e che fa del Libano una nazione-laboratorio. Ora ci vorrà enorme pazienza e grande abilità per provare a...

Abbonamenti

Abbonati a Dialoghi

Trimestrale di attualità, fede e cultura promosso dall'Azione Cattolica Italiana

I Quaderni di Dialoghi

I Quaderni di Dialoghi

Sono qui raccolti i contributi di maggior rilievo offerti dal gruppo di ricerca e studio della rivista Dialoghi.