Carlo Cirotto

È stato ordinario di Biologia dello sviluppo all’Università dell’Aquila e di Citologia e Istologia all’Università di Perugia. Dal 2008 al 2014 è stato presidente nazionale del Meic. È autore di numerosi articoli scientifici, di due testi di citologia e di alcuni volumi divulgativi, tra cui: L’animale e la macchina. Come il postumano interpella la pastorale, EDB, Bologna 2017 (con M. Padula et al.); Le mani sull’uomo. Quali frontiere per la biotecnologia?, Ave, Roma 2005 (con R. Balduzzi, I. Sanna); Nuova genetica, nuove responsabilità, San Paolo, Milano 1997 (con A. Bompiani, E. Brovedani) [Nota di dicembre 2020].
 
  • Le "forme biologiche" del dialogo (4/2020, p. 36)
  • La scienza tra passione e mercato (1/2018, p. 80)
  • Thomas Nagel e i torti del neodarwinismo (2/2016, p. 90)
  • Laudato si’. Il creato secondo Francesco (3/2015, p. 6)
  • Le due anime del naturalismo scientifico (1/2015, p. 59)