Primo piano

L’ineludibile fondamento della dignità umana

di 

Papa Francesco sarà ricordato per sempre come il papa della fratellanza. Fin dai primi giorni del suo pontificato, ha fatto capire forte e chiaro il leitmotiv del nome che si era dato da pontefice, facendo riferimento a due dimensioni essenziali della fratellanza descritta da san Francesco di Assisi verso tutta l’umanità: la custodia (prendersi cura) e la tenerezza. «La vocazione del custodire non riguarda solamente noi cristiani, ha una dimensione che precede e che è semplicemente umana, riguarda tutti.

Le sfide di Biden in un’America divisa

di 

Le elezioni presidenziali del 3 novembre hanno visto una partecipazione da record. Più di 158 milioni di americani hanno espresso il loro voto (di persona o per posta), facendo registrare l’affluenza più alta dal 1900. Il candidato democratico, l’ex vicepresidente Joe Biden, e il presidente uscente, il repubblicano Donald Trump, hanno raccolto rispettivamente 81,3 milioni e 74,2 milioni di preferenze, diventando i candidati più votati (per numero assoluto di voti) nella storia degli Stati Uniti.

Democrazia e stato di emergenza

di 

Il 31 gennaio scorso il Consiglio dei ministri, vista la dichiarazione (purtroppo tardiva) di emergenza internazionale di salute pubblica dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per il Covid 19 e «la necessità di realizzare una compiuta azione di previsione e prevenzione», con iniziative straordinarie e urgenti per fronteggiare adeguatamente situazioni di pregiudizio per la collettività nazionale, ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale previsto dall’art. 24 del Codice della protezione civile (n. 1/2018) per la durata di sei mesi.

L'ecologia integrale: attualità di un metodo

di 

Sono trascorsi cinque anni dalla pubblicazione di Laudato si’. Nell’immediato l’enciclica di Francesco fu accolta da reazioni contrastanti: da alcuni con stupore a causa della “novità” dell’interesse del Magistero per la questione ambientale, da altri con sospetto per le critiche esplicite che il testo papale rivolge all’attuale modello economico globale, infine con entusiasmo da parte dei non pochi cattolici che già da tempo si interessavano alle problematiche ambientali e che finalmente vedevano in Laudato si’ la conferma, da parte del Magistero, dell’importanza della questione. Normalmente un’enciclica si rivolge ai fedeli cattolici e punta a fare sintesi di un punto della fede o della morale. Laudato si’ smentiva questo schema: anzitutto, il Papa faceva appello a «tutta la famiglia umana» (n. 13), indipendentemente dall’appartenenza religiosa; in secondo luogo, appariva chiaro che l’enciclica non intendeva offrire una sintesi del pensiero ecologico della Chiesa: essa tracciava piuttosto un percorso di riflessione e discernimento. Si tratta, pertanto, di un testo non da imparare, da applicare e da vivere.

Europa "potenza di valori"

di 

Giugno 2020. Nel Mediterraneo, al largo della Tunisia, perdono la vita decine tra donne e bambini. Negli stessi giorni le Ong lanciano l’allarme sullo “stremo” cui sono giunti i migranti ospiti nei centri di detenzione in Libia. Le due notizie scivolano giù sui principali siti di informazione. Pochi gli accenni sui quotidiani, stanco il confronto sui social network. Le prime pagine, ovunque in Europa, sono dedicate alla ripartenza.

...Trame di pace

di 

I presidenti e alcuni rappresentanti delle conferenze episcopali e i capi delle Chiese cattoliche orientali dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, su proposta della Conferenza episcopale italiana, si sono incontrati il 19-23 febbraio 2020 a Bari per un dialogo fraterno e per guardare insieme alle gioie e alle fatiche che vivono i popoli del nostro «grande lago di Tiberiade».

Venti di guerra...

di 

Il gennaio 2020 l’uccisione a Bagdad del generale iraniano Qassem Soleimani, realizzatasi con un attacco sferrato da un drone americano, ha provocato un’escalation straordinaria delle tensioni tra Iran e Stati Uniti. Se, sin dall’instaurazione della Repubblica islamica d’Iran nel 1979, i rapporti tra i due paesi sono stati caratterizzati da profondi antagonismi, il rischio che scoppiasse una guerra diretta non si era mai elevato ad un livello così alto dal 1979, al tempo della crisi degli ostaggi americani a Teheran.

Oltre il bipolarismo “radicale”. La battaglia politica è al centro

di 

arebbe oltremodo ingenuo calare (presunte) certezze su un quadro politico assolutamente fluido e suscettibile di nuovi “terremoti” nei prossimi anni, se non mesi. L’unico appiglio solido è che il tripolarismo apparso sulla scena italiana nel 2013 e consolidatosi alle elezioni politiche del 2018 è già ai titoli di coda, poiché parte del vasto consenso raccolto dal “nuovo polo”, il Movimento cinque stelle, è già emigrato verso la destra sovranista.

Dall’ascolto alla conversione: il Sinodo per l’Amazzonia

di 

Nel discorso di chiusura del Sinodo speciale per l’Amazzonia, papa Francesco invitava a non fermarsi sulle “piccole cose”, ma a guardare alla parte più consistente, in cui il Sinodo ha dato il meglio di sé: la diagnosi della realtà e l’indicazione dei nuovi cammini per affrontare la situazione. Con questo spirito desidero raccontare il Sinodo, seguendo il cammino suggerito dal Documento finale: dall’ascolto alla conversione.

Pagine